Dalla Serra all’Evançon

Eccomi alla seconda recensione… Dalla Serra all’Evançon, che ha vinto il sondaggio sulla mia pagina Facebook Red Banana Travel. Tour che ho fatto il giorno di Pasqua, dato che il mio viaggio di 3 giorni al Nürburgring è saltato (tranquilli, entro fine anno rimedierò).
Un altro viaggio in collaborazione con Special Stages, che gentilmente mi han concesso il loro roadbook.
0A4A6506
Dalla Serra all’Evançon è un tour sviluppato tra Piemonte e Valle d’Aosta, partendo da Bollengo (TO) arrivando fino a Pallù, piccola frazione di Brissogne, con una prova speciale finale al Col de Joux, luogo a dir poco magnifico a 1640 m s.l.m.
Sono stata decisamente fortunata perché dopo 2.30 h di autostrada sono arrivata a Bollengo con uno splendido sole che mi ha accompagnata per tutta la giornata, nonostante le previsioni meteo non fossero delle migliori.
Imbocco la SP338, detta La Strada della Serra, che mi permette di fare 16 km su una strada perfetta per “riscaldarsi” per le altre PS. Successivamente attraverso alcuni paesi come Mongrando, Camburzano, Netro e Donato. A questo punto tengo la direzione per Andrate, e da lì inizia un’altra PS di 13.5 km sempre tra i boschi della Serra, insomma una full immersion nella natura, ma con una strada più tortuosa della precedente. La fine della PS coincide con la svolta a destra che costeggia le mura del Castello Rubino verso il paese di Andrate.

0A4A6583
Castello di Verrès

Dopo aver attraversato Andrate e Nomaglio svolto a destra verso Settimo Vittone, una strada strettissima, dove passa a malapena una macchina, che ricorda molto le strade dei video del Tourist Trophy all’Isola di Man, con numerosi sali-scendi; qui è consigliabile andare praticamente a passo d’uomo, sia per la scarsa visibilità sia per le brutte sorprese che essa può riservare… Come una frana non segnalata. A questo punto faccio dietro front, prendendo la strada statale verso Verrès/Aosta. Finché, dopo circa 25 km, sono riuscita a ricongiungermi con il planning del roadbook. Tra l’altro devo ammettere che anche la vista dalla SS non è niente male, immersa tra le montagne. Proseguo verso Brusson; le strade iniziano a fare quella classica salita che ti fa dire “Oh finalmente arriviamo al punto interessante della giornata” e così è stato. Mi sono fermata in uno spiazzo per osservare il Castello di Verrès, costruito su un picco roccioso a strapiombo sul torrente Evançon; mi pento solo di non averlo visitato (costo d’ingresso 3€, veramente una sciocchezza) perché potrebbe riservare qualche sorpresa interessante per delle foto paesaggistiche.

IMG_20170512_202802

Riprendo la marcia ma dopo pochi km il mio stomaco reclama (dopotutto erano le 13.30) così decido di fermarmi ad un parcheggio panoramico e sedermi comodamente su una staccionata per mangiarmi un panino e godermi lo spettacolo delle montagne innevate con i prati sottostanti vestiti a primavera.
Dopo altri 16 km arrivo a Brusson, un paese a pochissimi km dalle stazioni sciistiche del Col De Joux. (Ho scoperto in seguito che proseguendo verso Estoul sono situati i Laghi della Battaglia e la Miniera di Chamousira, ormai in disuso, che è possibile visitare su prenotazione, con due percorsi differenti).
Uscita dal centro abitato svolto a sinistra verso il Col De Joux, ultima PS della giornata per me (si ogni tanto decido di far di testa mia quindi mi perdo nonostante il roadbook), ma che mi lascia senza fiato, anche perché il vento freddo si fa sentire. Unico difetto l’asfalto parecchio rovinato, cosa che al mio assetto non è piaciuta parecchio.
In ogni caso la vista sul paese termale di Saint-Vincent è un valore aggiunto che ti fa dimenticare di tutte le buche prese in 6 km.

0A4A6569
Col De Joux

Arrivo infine al ristorante Etoile de Neige, luogo molto rilassante con un giardino affacciato sulle piste da sci e un laghetto artificiale.
Un tour di circa 140 km, perfetto per passare una giornata rilassante senza rinunciare a delle belle curve, DA RIFARE!

Prossimo articolo? Sulla strada del vino fino a Resia!

#RedBananaTravel #DriveClimbFun

Screenshot at mag 11 13-38-39

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: